Il Palio di Siena

Il Palio di Siena è una delle più antiche e famose manifestazioni. Il programma del Palio prevede ogni anno la prima corsa sempre dal 29 giugno al 2 luglio, la seconda sempre dal 13 al 16 di agosto. La festa del Palio coinvolge tutta la città, con le sue 17 contrade, e migliaia di persone che ogni anno accorrono da tutto il mondo nella storica Piazza del Campo per assistervi.

Ciascuna contrada sceglie il fantino da montare per la corsa e dopo l’ultima prova avviene la cosiddetta segnatura del fantino. Ciascun Capitano comunica per iscritto all’Autorità Comunale il nome del fantino che correrà per quella Contrada e dopo tale evento il fantino non potrà più essere sostituito. Nel caso in cui il fantino sia impossibilitato a correre la contrada non parteciperà al Palio.

I rapporti tra le contrade sono fatti di alleanze e rivalità, alcune delle quali antichissime. Ad esempio la rivalità tra Torre e Oca, Chiocciola e Tartuca, Lupa ed Istrice, Aquila e Pantera, Civetta e Leocorno, Nicchio e Montone.

Viene celebrato anche il Battesimo Contradaiolo, una cerimonia, celebrata dal priore, che consacra il bambino alla contrada di nascita. Il battesimo è un vero e proprio “sacramento” laico che ogni contrada celebra annualmente all’interno dei festeggiamenti per la Festa Titolare.

Il giorno del Palio, in ogni chiesa di contrada ha luogo la Benedizione del Cavallo. Il parroco di contrada benedice con l’acqua santa il barbero che prenderà parte alla manifestazione preceduto dal grido “Va e torna vincitore”.