I nostri itinerari da vivere

La provincia di Arezzo è suddivisa in quattro vallate al centro delle quali si trova la città di Arezzo: la Valtiberina, La Valdichiana, il Casentino e il Valdarno Superiore.Vi proponiamo alcuni itinerari per visitare le quattro vallate da fare in giornata partendo dal Relais La Torre.

Tour della Valtiberina – La terra di Piero della Francesca

Tour 1 della Valdichiana – Esplorando la Valdichiana aretina

Tour 2 della Valdichiana – Nel mondo degli Etruschi

Tour 1 del Casentino – Alla scoperta dei castelli e delle pievi del Casentino

Tour 2 del Casentino – I luoghi della spiritualità

Tour del Valdarno – Tra pievi, borghi e affascinanti balze

Tour della Valtiberina – La terra di Piero della Francesca
  • Monterchi (26 Km dal Relais La Torre – 32min)

Potete facilmente raggiungere Monterchi dal Relais La Torre in auto. La prima tappa del nostro tour è dedicata a questo grazioso paesino immerso nell’alta Valtiberina dove vi accoglierà un arco dedicato ai Caduti della Prima Guerra Mondiale. Proprio nel cuore di Monterchi, in Via della Reglia, c’è il museo nel quale è conservato un celebre affresco di Piero della Francesca, la Madonna del parto (1465).

  • Sansepolcro (14 Km da Monterchi – 20min)

Sansepolcro, città natale di Piero della Francesca, oggi capoluogo artistico della Valtiberina. Passeggiate ed ammirate le facciate rinascimentali barocche di Via XX Settembre e visitate il Palazzo delle Laudi e il Palazzo Pretorio e la Cattedrale di San Giovanni Evangelista e il Volto Santo. E’ d’obbligo una visita al Museo Civico con la Resurrezione e la Madonna della Misericordia di Piero della Francesca.

  • Anghiari (9 Km da Sansepolcro – 12min)

La seconda tappa del tour della Valtiberia è Anghiari il pittoresco borgo racchiuso tra le mure medioevali, sede della famosa Battaglia di Anghiari nel 1440. Passeggiate tra le botteghe artigiane e visitate Il Palazzo Pretorio, S. Bartolomeo e la Pieve di S. Maria Assunta. E’ possibile inserire nella visita anche il Museo della Battaglia e del territorio di Anghiari e Museo di Palazzo Taglieschi.

  • Caprese Michelangelo (17 Km da Anghiari – 23min)

Prima di rientrare al Relais La Torre , potete fermavi  a Caprese Michelangelo, luogo di bellezza e storia, ma anche un’ottima meta enogastronomica. Patria natia del sommo artista rinascimentale Michelangelo Buonarotti e luogo dipassaggio di San Francesco d’Assisi.

Tour 1 della Valdichiana – Esplorando la Valdichiana aretina
  • Monte San Savino (30 Km dal Relais La Torre – 31min)

Monte San Savino, affascinante cittadina medioevale, è situata su una collina che sovrasta la Pianura Aretina. E’ caratterizzata da una cerchia di mura e le storiche Porta Fiorentina e Porta Romana. Passeggiate lungo la via centrale, Corso Sangallo, fiancheggiata da eleganti edifici, come la rinascimentale Loggia dei Mercanti attribuita al Sansovino, il Palazzo Comunale con chiostro e giardino pensile e il Palazzo Pretorio con la sua facciata ricoperta di stemmi e la Torre dalla quale si può godere di un panorama mozzafiato sulla vallata. La visita può continuare con la Pieve Romanica, dedicata ai Santi Egidio e Savino, la chiesa di Sant’Agostino dove si possono ammirare gli affreschi di Spinello Aretino e scuola (XV secolo) e una tavola raffigurante l’Assunzione della Vergine di Giorgio Vasari.

  • Gargonza (7 Km da Monte San Savino – 15min)

Gargonza si trova nel comune di Monte San Savino (AR) in mezzo a boscose colline, al confine tra il Chianti e la Val di Chiana. Questo castello, che ospitò Dante Alighieri nel 1304, si presenta ancora oggi in ottimo stato di conservazione ed è una splendida testimonianza di borgo agricolo fortificato.

  • Lucignano (16 Km da Gargonza – 23min)

Il borgo, con la sua singolare struttura a forma ellittica ad anelli concentrici, si trova ai margini delle due province senese e aretina. Le numerose testimonianze archeologiche etrusche e romane indicano l’importanza di Lucignano quale punto strategico e di collegamento tra le due città. Da visitare la piazza del Tribunale, sulla quale si affacciano il Palazzo Comunale, la Chiesa di S. Francesco e la Collegiata. All’interno del Palazzo Comunale si trova il Museo dove spicca l’imponente Albero d’Oro.

Se volete fermarvi a cena vi consigliamo il Ristorante Il Goccino in Via Matteotti 90.

Tour 2 della Valdichiana – Nel mondo degli Etruschi
  • Cortona (40 Km dal Relais la Torre– 55min)

Cortona é un ampio borgo medievale dall’edilizia prevalentemente in pietra arenaria collocata a 500 metri d’altitudine. Sono tipiche le facciate delle abitazioni protese verso l’esterno e sostenute da sostenute da caratteristici mensoloni di legno. Il centro della città è la Piazza della Repubblica, in cui sorge ilPalazzo Comunale. In Piazza Signorelli si trova il Palazzo Pretorio (XII secolo), in cui ha sede il Museo dell’Accademia Etrusca. Il museo ospita antichissime vestigia romane, etrusche ed egizie, oltre a varie opere di artisti del calibro di Pinturicchio, Ghirlandaio e Signorelli (quest’ultimo originario proprio di Cortona). Poco fuori dalle mura sorge la Madonna del Calcinaio, chiesa rinascimentale dall’eleganza semplice e armonica, sormontato da una cupola ottagonale rivestita in piombo.

A 3,5km dall’abitato si trova il Convento delle Celle, fondato da San Francesco intorno al 1220, con una cella in cui soggiornò il santo ed una chiesetta del 1573.

  • Montecchio (8 Km da Cortona– 11min)

Il castello di Montecchio Vesponi su un colle sopra al paese di Montecchio. Grazie al suo ottimo stato di conservazione è da considerarsi il castello medievale più interessante della zona aretina e fra i più belli di tutta la Toscana. Ancora oggi è dotato di una cerchia muraria merlata intervallata da torri e uno splendido cassero all’interno, al fianco del quale svetta una torre quadrata di circa trenta metri che lo rende facilmente individuabile da tutta la zona circostante.

  • Castiglion Fiorentino (1 Km da Montecchio– 5min)

Castiglion Fiorentino è caratterizzate dalle torri tre-quatrocentesche sulle quali si eleva l’antico cassero. Nella centrale Piazza del Municipio fda non perdere le Logge del Vasari del ‘500, in pietra arenaria con stemmi di commissari e podestà e un affresco dell’Annunciazione.

Tour 1 del Casentino – Alla scoperta dei castelli e delle pievi del Casentino
  • Santa Maria del Bagno – Salutio (20 Km dal Relais La Torre– 30min)

Le origini del Santuario risalgono al 1588 anno in cui la tradizione fa risalire l’apparizione della Madonna ad una pastorella. Il primo edificio fù costruito dalla popolazione di Salutio (S. Eluterio) con la collaborazione della famiglia Tieri.

  • Castello di Poppi (18 Km da Poppi– 23min)

Partirete poi alla volta di Poppi, annoverato tra “i più bei borghi d’Italia” e il cui castello rappresenta uno dei massimi esempi di architettura medievale in Italia.

  • Castello di Romena e Porciano (12 Km da Poppi– 18min)

Romena si trova nel comune di Pratovecchio-Stia, dove su un colle di c.a. 620 m. d’altezza si erge il bellissimo Castello in rovina e poco più in basso la romanica pieve di Romena.

Seguirà la visita al  Castello di Porciano (5 Km dal Castello di Romena– 11min), la cui torre medievale spicca maestosa tra le case e le viuzze dell’omonimo borgo.

  • Stia (4 Km dal Castello di Porciano– 8min)

Stia è il paese dove nasce l’Arno, considerato il secondo fiume più grande dell’Italia peninsulare. Stia è inoltre un paese ricco di storia e tradizioni, in particolare quella dell’arte laniera (con l’originale panno casentino dai colori sgargianti) e del ferro battuto. Da visitare il Palagio fiorentino, Piazza Tanucci, la chiesa di S.M. Assunta, l’Arno nel parco del “Canto alla Rana”.

Tour 2 del Casentino – I luoghi della spiritualità
  • Bibbiena e il Santuario della Santa Maria del Sasso (26 Km dal Relais La Torre– 27min)

Bibbiena nel medioevo era una sicura roccaforte che dall’alto della collina dominava la vallata dove si concentravano le maggiori attività produttive.Da vedere la Chiesa di San Lorenzo e la Pieve di Sant’Ippolito e Donato. D’obbligo la visita allo storio Teatro di Bibbiena, progettato dalla famiglia Galli, scenografi teatrali conosciuti in tutto il mondo con il nome dei “Bibiena”.

Per pranzo consigliamo il ristorante Tirabuscio in Via Borghi 73.

Ad un kilometro da Bibbiena trovate la Basilica Santuario di S. Maria del Sasso con la sua statua della Madonna con Bambino.

  • La Verna (22 Km da Bibbiena– 37min)

Insieme all’Eremo di Camaldoli, il santuario di La Verna è uno dei luoghi di spiritualità e pellegrinaggio più antichi del Casentino. La Verna è conosciuto per essere il monastero dove S. Francesco ricevette le stimmate. Le mura sono costruite sugli enormi massi del monte Penna, che vengono integrate nella struttura, offrendo così l’impressione che tutto il complesso sorga direttamente dalla montagna. La città più vicina al santuario è Chiusi della Verna, dalla quale dista circa 4 km. E’ possibile raggiungere il santuario anche a piedi, percorrendo la vecchia strada, detta Ansilice, che un tempo costituiva l’unico percorso per raggiungere la vetta del Monte Penna. Durante il tragitto incontrerete l’affascinante foresta di abeti bianchi, dove grossi massi di roccia ricoperti di muschio creano grotte e cavità naturali, utilizzate un tempo dai monaci come ghiacciaie. Al termine del sentiero troverete la Porta del Martello, l’antico ingresso al santuario.

  • L’Eremo di Camaldoli (40 Km da La Verna– 59min)

Camaldoli, anch’essa comunità di monaci benedettini, fu fondata nell’anno 1000 da San Romualdo. Le sue case perfette, l’Eremo e il Monastero, immersi nella pace della foresta, rappresentano le componenti fondamentali dell’esperienza monastica, la solitudine e la semplicità. Passeggiare nel fitto bosco di faggi e abeti e nella cella di San Romualdo vi farà assaporare la sensazione del ritorno alle origini ed ammirare la cura con cui i monaci hanno preservato la foresta che li ha ospitati durante la loro clausura.

Tour del Valdarno – Tra pievi, borghi e affascinanti balze
  • Ponte Buriano (10 Km dal Relais La Torre– 13min)

Lungo l’itinerario che conduce al Valdarno, percorrendo la storica strada Sette Ponti ricca di affascinanti balze e canyon, è d’obbligo una brevissima sosta sul Ponte Buriano, il ponte che vediamo alle spalle della Gioconda nello sfondo del famoso dipinto.

  • Pieve di Gropina (22 Km da Ponte Buriano– 30min)

Si prosegue verso la Pieve di Gropina, nei pressi di Loro Ciuffenna. La Pieve di Gropina è il più importante esempio di architettura romanica del Valdarno e uno dei più rilevanti dell’intera Toscana. Fu edificata nel 1016 sui resti di due chiese preesistenti. L’esterno è monumentale, semplice e austero con una elegantissima abside ed un tozzo campanile, forse impiantato su una torre longobarda. L’interno invece rivela una grande varietà decorativa.

  • Loro Ciuffenna (2 Km da Pieve di Gropina– 5min)

Per un pranzo o cena a base di prodotti locali, tra i tanti ottimi ristoranti del centro, vi consigliamo il ristorante La Torre (chiuso domenica e lunedì a pranzo), adiacente all’affascinate torre dell’orologio nel centro di Loro Ciuffenna. Dopo potete passeggiare tra i vicoli con vista sul torrente di uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

  • Il Borro (12 Km da Loro Ciuffenna– 20min)

Lungo il tragitto per il ritorno potete fare una piccola deviazione verso Il Borro, antico borgo recentemente restaurato dalla famiglia Ferragamo. Il Borro ospita anche il celebre presepe e la rappresentazione della favola di Pinocchio entrambi meccanizzati, visitabili tutto l’anno che ancora oggi riescono ad emozionare grandi e piccini. Molto affascinanti anche le piccole botteghe artigiane e l’ottima Osteria del Borro, l’ideale per una gustosa cena prima del rientro presso il Relais La Torre.